Portale Italia
icona_it.gif icona_en.gif
US:  
PW:  
Entra
 
    Piemonte --> Torino --> Torino    
Castelli
Borgo Castello de La Mandria | Castello del Valentino | Castello di Govone | Castello di Moncalieri | Castello di Pollenzo | Castello Ducale di Agliè | Castello Reale di Racconigi
Musei
Biblioteca Reale | Galleria Sabauda | Museo Civico di Arte Antica | Museo dell'Automobile | Museo Egizio | Museo Nazionale del Cinema | Museo Nazionale del Risorgimento Italiano
Chiese
Basilica di Superga | Chiesa della Gran Madre di Dio | Chiesa della Madonna del Carmine | Chiesa di San Domenico | Chiesa di San Lorenzo | Chiesa di Santa Maria al Monte | Duomo | Santuario della Consolata
Monumenti
Mole Antonelliana
Archeologia
Teatro Romano
Torri e Fortificazioni
Porta Palatina | Porta Palazzo
Piazze
Piazza Castello | Piazza San Carlo | Piazza Vittorio Veneto
Palazzi
Palazzina di caccia di Stupinigi | Palazzo Carignano | Palazzo Madama e Casaforte degli Acaja | Palazzo Reale | Reggia di Venaria Reale | Villa della Regina
Teatri
Teatro Carignano | Teatro Regio di Torino
Nuova Pagina
Castello di Moncalieri   
------------------------------

Il Castello di Moncalieri è ubicato sulla sommità di una collina, nel centro storico di Moncalieri. Tommaso I di Savoia intorno all’anno Mille commissionò la costruzione proprio su questa collina di un fortilizio al fine di controllare l'accesso da sud a Torino.
Sotto il dominio di Jolanda di Valois (metà del XVI secolo), moglie di Amedeo IX di Savoia, la struttura è stata ampliata per trasformarla in una villa di delizia.
Il castello dal 1600 al 1700 fu rimaneggiato ad opera di Carlo di Castellamonte.
Attualmente la struttura presenta una forma a ferro di cavallo rivolta verso nord, con quattro torrioni angolari parallelipedi. I corpi laterali presentano cinque piani e le pareti in mattone hanno possenti contrafforti.
Parallelamente ai corpi laterali si elevano altrettanti corpi di fabbrica tali da creare delle corti esterne che un tempo venivano utilizzate come scuderie ed erano frequentate soprattutto dalla servitù.
La facciata sud rivolta verso un giardino di piccole dimensioni è caratterizzata da due torrette cilindriche.
Per ben trecento anni il castello è stato la sede di corte dei Savoia nonché fu il primo tra i tanti fortilizi ad essere occupato dai Francesi nel 1798.
Durante il periodo della Restaurazione divenne di proprietà di Vittorio Emanuele I e da lui passò a Carlo Alberto. Seguì Vittorio Emanuele II che preferendolo a Palazzo Reale a Torino si fece arredare molti degli appartamenti secondo il suo gusto.
Nel 1849 fu proprio in questo castello che venne firmato il famoso Proclama e fino al XX secolo fu residenza di regine madri e principesse reali.
Dal 1921 ad oggi la fortezza è sede del I Battaglione dell'Arma dei Carabinieri ed è stato proclamato patrimonio dell'Umanità dall’Unesco.

 
Modifica Pagina
 
 
Aggiungi Allegato
Regioni Italiane
 
 
 

© byITALY.org Tutti i diritti riservati - All rigths reserved - Privacy