Portale Italia
icona_it.gif icona_en.gif
US:  
PW:  
Entra
 
    Piemonte --> Torino --> Torino    
Castelli
Borgo Castello de La Mandria | Castello del Valentino | Castello di Govone | Castello di Moncalieri | Castello di Pollenzo | Castello Ducale di Agliè | Castello Reale di Racconigi
Musei
Biblioteca Reale | Galleria Sabauda | Museo Civico di Arte Antica | Museo dell'Automobile | Museo Egizio | Museo Nazionale del Cinema | Museo Nazionale del Risorgimento Italiano
Chiese
Basilica di Superga | Chiesa della Gran Madre di Dio | Chiesa della Madonna del Carmine | Chiesa di San Domenico | Chiesa di San Lorenzo | Chiesa di Santa Maria al Monte | Duomo | Santuario della Consolata
Monumenti
Mole Antonelliana
Archeologia
Teatro Romano
Torri e Fortificazioni
Porta Palatina | Porta Palazzo
Piazze
Piazza Castello | Piazza San Carlo | Piazza Vittorio Veneto
Palazzi
Palazzina di caccia di Stupinigi | Palazzo Carignano | Palazzo Madama e Casaforte degli Acaja | Palazzo Reale | Reggia di Venaria Reale | Villa della Regina
Teatri
Teatro Carignano | Teatro Regio di Torino
Nuova Pagina
Chiesa di San Lorenzo   
------------------------------

La Chiesa di San è chiamata anche “Real Chiesa di San Lorenzo” perché voluta dai Savoia e quindi considerata da sempre come chiesa della casa reale.
Nel giorno di San Lorenzo (10 agosto) del 1557 Emanuele Filiberto di Casa Savoia ed il cugino Filippo II di Spagna vinsero la battaglia di San Quintino.
Essi avevano precedentemente deciso che in caso di vittoria, avrebbero fatto edificare una chiesa in onore di san Lorenzo.
Emanuele Filiberto, tornato a Torino, non potendo subito far erigere una nuova chiesa decide di far sistemare una chiesetta già presente nell'attuale piazza Castello e la intitola a san Lorenzo.
Proprio qui in questa piccola cappella ducale verrà esposta la Sacra Sindone per essere venerata da san Carlo Borromeo, arcivescovo milanese.
Nel 1634 fu posta la prima pietra della chiesa, progettata da Ascanio Vittozzi ma costruita sotto l’ausilio dell’architetto Guarino Guarini.
Nel 1680, alla presenza di tutta la corte sabauda, la chiesa è stata inaugurata.
La chiesa non avendo la facciata sembra non essere a primo piatto un edificio religioso.
La chiesa con pianta centrale presenta un grande spazio ottagonale racchiuso da una forma quadrata. Da qui si può accedere ad un presbiterio ellittico trasverso di piccole dimensioni collegato al coro con decorazioni in marmi e ori.
Il cornicione è composto da otto superfici curve che si congiungono.
L'edificio ha un’altezza davvero scenografica data dai quattro grandi pennacchi, dalla cupola e dalla lanterna.
La calotta della cupola è sostenuta dalle colonne delle serliane ed è illuminata da otto finestroni ellittici nonchè è attraversata da un sistema di nervature tali da formare una stella a otto punte al cui centro vi è un ottagono regolare.

 
Modifica Pagina
 
 
Aggiungi Allegato
Regioni Italiane
 
 
 

© byITALY.org Tutti i diritti riservati - All rigths reserved - Privacy