Portale Italia
icona_it.gif icona_en.gif
US:  
PW:  
Entra
 
    Piemonte --> Torino --> Torino    
Castelli
Borgo Castello de La Mandria | Castello del Valentino | Castello di Govone | Castello di Moncalieri | Castello di Pollenzo | Castello Ducale di Agliè | Castello Reale di Racconigi
Musei
Biblioteca Reale | Galleria Sabauda | Museo Civico di Arte Antica | Museo dell'Automobile | Museo Egizio | Museo Nazionale del Cinema | Museo Nazionale del Risorgimento Italiano
Chiese
Basilica di Superga | Chiesa della Gran Madre di Dio | Chiesa della Madonna del Carmine | Chiesa di San Domenico | Chiesa di San Lorenzo | Chiesa di Santa Maria al Monte | Duomo | Santuario della Consolata
Monumenti
Mole Antonelliana
Archeologia
Teatro Romano
Torri e Fortificazioni
Porta Palatina | Porta Palazzo
Piazze
Piazza Castello | Piazza San Carlo | Piazza Vittorio Veneto
Palazzi
Palazzina di caccia di Stupinigi | Palazzo Carignano | Palazzo Madama e Casaforte degli Acaja | Palazzo Reale | Reggia di Venaria Reale | Villa della Regina
Teatri
Teatro Carignano | Teatro Regio di Torino
Nuova Pagina
Reggia di Venaria Reale   
------------------------------

La reggia di Venaria Reale appartenente al complesso delle residenze sabaude fu progettata e costruita tra il 1658 e il 1679 su progetto dell'architetto Amedeo di Castellamonte.
La sua edificazione fu voluta dal duca Carlo Emanuele II che desiderava tanto avere una residenza per svolgere le sue battute di caccia nella brughiera collinare torinese.
I corpi di fabbrica che costituiscono il complesso include il parco ed il borgo storico di Venaria divenuto un comune autonomo della provincia di Torino.
L'entrata principale al complesso conduce alla corte d'onore, dove sorgeva una fontana detta del cervo.
La facciata principale in intonaco con cornucopie conchiglie e frutti presenta nella parte destra una serie di mattoni a vista che delimitano la parte secentesca da quella settecentesca.
La parte sinistra della struttura presenta l'intervento del secondo architetto di corte Michelangelo Garove che realizzò due torrioni con tetti detti alla "Mansart" ricoperti di Scandole, mattonelle pentagonali multicolori in ceramica, uniti da una Gran Galleria.
Internamente si possono ammirare stucchi, statue e dipinti.
I giardini della reggia sono spariti quando i francesi di Napoleone li trasformarono in piazza d'armi.
Solo recentemente è stata conferita alla reggia la sua ambientazione naturale.
La chiesa di Sant'Uberto
Alla morte di Michelangelo Garove seguì la ricostruzione ad opera di Filippo Juvarra, della Gran Galleria e realizzazione della chiesa di Sant'Uberto, inserita tra i palazzi.

 
Modifica Pagina
 
 
Aggiungi Allegato
Regioni Italiane
 
 
 

© byITALY.org Tutti i diritti riservati - All rigths reserved - Privacy