Portale Italia
icona_it.gif icona_en.gif
US:  
PW:  
Entra
 
    Piemonte --> Torino --> Torino    
Castelli
Borgo Castello de La Mandria | Castello del Valentino | Castello di Govone | Castello di Moncalieri | Castello di Pollenzo | Castello Ducale di Agliè | Castello Reale di Racconigi
Musei
Biblioteca Reale | Galleria Sabauda | Museo Civico di Arte Antica | Museo dell'Automobile | Museo Egizio | Museo Nazionale del Cinema | Museo Nazionale del Risorgimento Italiano
Chiese
Basilica di Superga | Chiesa della Gran Madre di Dio | Chiesa della Madonna del Carmine | Chiesa di San Domenico | Chiesa di San Lorenzo | Chiesa di Santa Maria al Monte | Duomo | Santuario della Consolata
Monumenti
Mole Antonelliana
Archeologia
Teatro Romano
Torri e Fortificazioni
Porta Palatina | Porta Palazzo
Piazze
Piazza Castello | Piazza San Carlo | Piazza Vittorio Veneto
Palazzi
Palazzina di caccia di Stupinigi | Palazzo Carignano | Palazzo Madama e Casaforte degli Acaja | Palazzo Reale | Reggia di Venaria Reale | Villa della Regina
Teatri
Teatro Carignano | Teatro Regio di Torino
Nuova Pagina
Santuario della Consolata   
------------------------------

Il Santuario della Consolata è dedicato a Maria, invocata con il titolo di Consolatrice.
Sul portale del santuario è presente una scritta latina: “Consolatrix afflictorum”; che significa Consolatrice degli afflitti
A ridosso dell'attuale santuario sono visibili i resti di una delle quattro torri che anticamente erano collocate ai quattro angoli delle mura dell’Antica Augusta Taurinorum.
La tradizione vuole che la devozione abbia inizio da una icona di Maria, tuttora conservata nella chiesa. Si narra che nel 1104 un cieco proveniente da Briançon recuperò la vista cercandola.
Questa tesi, non provata, è smentita da due documenti risalenti rispettivamente all’XI e al XII secolo, cioè il Chronicon Novalicense e la Cronica Fruttuaria.
L'edificio che oggi noi tutti possiamo ammirare non è altro che l’ampliamento della precedente chiesa di sant'Andrea. La struttura è stata edificata nel XVII secolo su progetto di Guarino Guarini e nel secolo successivo è stata ampliata da Filippo Juvarra.
Si ricorda che all’interno della chiesa sono sepolti i seguenti santi: San Giuseppe Cafasso; San Giovanni Bosco e san Leonardo Murialdo.
Inoltre sulla parete laterale esterna della cupola vi è una targa commemorativa con su scritto: Proiettile Assedio Giugno 1704. La dicitura sta a ricordare, che la chiesa, durante l'assedio del 1706 rimase in piedi anche se colpita da cannonate provenienti dalle campagne attorno alla città.

 
Modifica Pagina
 
 
Aggiungi Allegato
Regioni Italiane
 
 
 

© byITALY.org Tutti i diritti riservati - All rigths reserved - Privacy