Portale Italia
icona_it.gif icona_en.gif
US:  
PW:  
Entra
 
    Sardegna --> Cagliari --> Capoterra    
Chiese
Chiesa di Santa Barbara de Montes | Chiesa di Sant'Efisio
Torri e Fortificazioni
Torre di Su Loi
Nuova Pagina
Torre di Su Loi   
------------------------------

La torre di avvistamento di Su Loi venne costruita intorno al 1578 all’estremità occidentale della laguna di S. Gilla, sulle coste del territorio di Capoterra per ordine del vicerè di Sardegna, don Miguel De Moncada.
Disabitato fin dal XIV secolo, il villaggio medioevale di Capoterra non subì mai incursioni dirette da parte dei corsari barbareschi, ad eccezione dello sbarco del 1575, in occasione del quale i pirati fecero prigioniero il frate responsabile della custodia dell’eremo di Santa Barbara.
Eretto in un punto strategico della costa, al fine di consentire l’avvistamento dalla piazza d’armi delle imbarcazioni in avvicinamento, l’impianto difensivo era parte integrante di un sistema complesso di torri comunicanti l’una con l’altra mediante segnali luminosi, costruiti con l’impiego di pietrame locale, detto “a secco”.
Abbandonata nel 1845, la torre accessibile da un ingresso collocato a 3.50 metri d’altezza,
presenta nella parte interna della base un doppio tramezzo a croce, vale a dire due contrafforti intersecati perpendicolarmente con funzione di rinforzo, e deposito di armi o provviste.
Accanto all’ingresso sono visibili due aperture molto simili a delle nicchie, entro cui i residenti della torre custodivano i loro oggetti.
La pavimentazione consiste semplicemente in un tavolato ligneo sorretto da una sporgenza che percorre l’intero perimetro, coperto da un cupola, con apertura a botola dotata di una scala a pioli conducente alla piazza d’armi.
Una garrita esterna posizionata in perpendicolare all’ingresso, e sorretta da mensoloni in pietra arenaria, serviva per difendere l’impianto strutturale dagli eventuali lanci di proiettili, olio bollente etc. , mentre una seconda in piazza d’armi, di cui si conservano solamente i due mensoloni lignei d’appoggio, era un deposito di munizioni.
Privo del muro di spalamento, si ipotizza che la torre venisse difesa dalle intemperie e dal caldo torrido montando sul terrazzo una tenda o un incantucciato.

 
Modifica Pagina
 
 
Aggiungi Allegato
Regioni Italiane
 
 
 

© byITALY.org Tutti i diritti riservati - All rigths reserved - Privacy