Portale Italia
icona_it.gif icona_en.gif
US:  
PW:  
Entra
 
    Sardegna --> Nuoro --> Orani    
Chiese
Chiesa di Sa Itria | Santuario di Nostra Signora di Gonare | Chiesa del Rosario | Resti della Chiesa di S. Andrea e Torre Aragonese
Nuova Pagina
Chiesa del Rosario   
------------------------------

La chiesa del Rosario situata nel centro storico del comune di Orani, adagiato ai piedi del Monte Gonare ricco di siti archeologici risalenti all'età preistorica, si presume sia stata costruita nel corso del Seicento, in concomitanza con la diffusione del culto mariano in Sardegna, come testimonia anche un documento del 1684, che attesta la nascita della Confraternita del Rosario.
Il prospetto principale ospita il portale d’ingresso in vulcanite con architrave e timpano, sovrastato da un piccolo rosone, a sua volta sormontato in asse, da un campanile a vela, delimitato sia sul lato destro, che su quello sinistro, da quattro merli, due per lato, anch’essi in vulcanite.
Il tempio sacro presenta al suo interno un impianto sviluppato su una sola navata coperta da volta a botte, con due cappelle su ciascun lato, entro cui sono accolte altrettante meravigliose statue lignee.
Il presbiterio preceduto da un arco a tutto sesto è delimitato dal piano di calpestio riservato ai fedeli tramite una balaustra; qui è ospitato lo splendido altare maggiore in marmo bianco impreziosito da colonne tortili di colore nero che incorniciano la nicchia dov’è custodita la statua lignea seicentesca raffigurante la Madonna del Rosario affiancata da due Santi Francescani.
Peculiare è anche il piccolo pulpito marmoreo addossato all'ultimo pilastro a destra dell'altare.
La decorazione interna della chiesa avvenne in due successive campagne, entrambe commissionate alla bottega degli Are, di cui la prima risale al 1738 e riguarda in particolare l’area presbiteriale, mentre, il secondo ciclo di affreschi venne eseguito nel 1754, a cura di Gregorio Are che dipinse la navata.
Il pittore Pietro Antonio Are effigiò il presbiterio con dipinti murali rappresentati scene del Nuovo Testamento, in particolare partendo dalla parete a sinistra dell’altare maggiore si noti la raffigurazione dell’Adorazione dei pastori, seguita dalla Circoncisione di Gesù, e dalla narrazione dell’Ultima Cena.
Sulla parete destra dell’area presbiteriale è ospitata la raffigurazione di una statua dell’Immacolata che introduce alla successiva rappresentazione dell’Ascensione di Maria, costellata da raffigurazioni dei Misteri del Rosario.
Notevole il programma decorativo della navata dipinta da Gregorio Are, il cui tema principale è quello dell’intervento di Maria nella storia umana come strumento della Provvidenza e mediatrice delle Grazie.
La prima campata della chiesa, a partire dall’ingresso, accoglie la raffigurazione allegorica della Sacra Famiglia, con Maria che libera il mondo da Satana che lo insidia in forma di serpente, seguita dalla rappresentazione della Visitazione, ovvero la prima manifestazione della maternità divina di Maria; il tutto concludente sulla parete opposta con la rappresentazione delle Nozze di Cana, prima intercessione di Maria presso il Figlio.
La seconda campata del tempio sacro, presenta al centro della volta la Vergine del Rosario con i Santi Domenico e Caterina da Siena, mentre la terza è incentrata sulle vicende di San Paolo Eremita e Sant’Antonio Abate, con al centro della volta la Trinità verso cui ascende l’anima di San Paolo Eremita sorretta dagli angeli alla presenza delle schiere dei beati guidate da San Pietro e Paolo.
I dipinti della quarta campata riproducono la Battaglia di Lepanto, che vide fronteggiarsi la flotta cristiana e quella turca, con al centro la rappresentazione della Madonna col Bambino, protettrice della flotta cristiana.
Completa la decorazione un Tabernacolo, ospitato alla sinistra ella navata, impreziosito da un Crocifisso con i simboli della Passione e Santa Caterina da Siena.

 
Modifica Pagina
 
 
Aggiungi Allegato
Regioni Italiane
 
 
 

© byITALY.org Tutti i diritti riservati - All rigths reserved - Privacy