Portale Italia
icona_it.gif icona_en.gif
US:  
PW:  
Entra
 
    Sardegna --> Sassari --> Benetutti    
Archeologia
Dolmen di Benetutti | Terme di Aquae Lesitanae | Necropoli di Corona Moltana
Nuova Pagina
Necropoli di Corona Moltana   
------------------------------

La necropoli di Corona Moltana situata a 2 km. di distanza dal centro abitato di Bonnanaro, si erge dal banco roccioso di un altopiano nel Logudoro, regione della Sardegna nord-occidentale.
Il sito archeologico risalente al Bronzo antico, ossia 1800-1600 a.C. , venne riportato alla luce nel 1889 dall’archeologo Antonio Taramelli, il quale individuò sei tombe ipogeiche scavate nella roccia calcarea, di cui alcune contenenti sepolture ancora integre corredate di elementi ceramici la cui tipologia, priva di decorazione portò a distinguere la cosiddetta cultura di Bonnanaro dalle altre culture preistoriche sarde e a collocarla cronologicamente intorno al II millennio.
I cimeli dei corredi funerari dai colori compresi nella gamma dei bruni, comprendono scodelle, scodellini, tazze, vasi tripodi, vasetti a calamaio, vasi a collo, nonché qualche decina di pugnali.
Il percorso di visita alla necropoli di Corona Moltana ha inizio dalla Tomba I riportata per prima alla luce in occasione della prima campagna di scavi, contraddistinta dalla presenza di un breve corridoio con padiglione trapezoidale che conduce, attraverso un portello, in un'anticella rettangolare coperta da un tetto spiovente, la cui parete di fondo è occupata dall'ingresso alla cella principale, introdotta da un portello rettangolare, decorato da un motivo corniforme curvilineo con quattro incavi semicircolari nella parte superiore.
La cella con impianto irregolare, accoglie lungo la parte inferiore delle pareti otto coppelle emisferiche, ed accolse fino al giorno della sua scoperta, due individui con corredo comprendente diciotto vasi e un anellino di bronzo.
Segue la Tomba II, di cui si conserva la cella a pianta trapezoidale ampliata sul fondo da un vano a forno.
La visita prosegue nella Tomba III accessibile attraverso un portello che conduce in un'anticella ellissoidale, decorato nella parte superiore da un duplice motivo corniforme rettilineo.
L'anticella con soffitto piano, accoglie due ingressi che conducono entrambi nella cella principale di con impianto irregolare e soffitto spiovente.
La tomba successiva segnalata con il numero romana IV, consta di una cella a pianta rettangolare, e piccolo vano ellissoidale, impreziosito da una serie di coppelle emisferiche scavate sul pavimento e lungo le pareti.
In ultimo, segnaliamo la Tomba V introdotta da un ingresso a pozzetto che immette in una cella di forma irregolare, coperta da un soffitto a volta, con pareti concave sulle quali si aprono due nicchie; peculiare anche il pavimento decorato da coppelle emisferiche.

 
Modifica Pagina
 
 
Aggiungi Allegato
Regioni Italiane
 
 
 

© byITALY.org Tutti i diritti riservati - All rigths reserved - Privacy