Portale Italia
icona_it.gif icona_en.gif
US:  
PW:  
Entra
 
    Sardegna --> Sassari --> Chiaramonti    
Castelli
Castello Doria di Chiaramonti
Chiese
Chiesa di Santa Maria Maddalena
Nuova Pagina
Castello Doria di Chiaramonti   
------------------------------

Il castello Doria di Chiaramonti ubicato al vertice di uno dei tre colli su cui si erge il centro abitato, intitolato a San Michele, venne costruito tra il XII e il XIII su commissione della famiglia Genovese dei Doria, a completamento della linea difensiva messa in atto dai liguri per proteggere i loro possedimenti in Anglona.
Nel 1348 la fortezza venne conquistata dagli Aragonesi per mano del viceré Rambaldo di Cobrera,
ma con la pace del 1350, la stessa venne restituita dal re d'Aragona a Brancaleone e Matteo Doria,
Nel 1355 il castello si trova nuovamente al centro di una disputa portata a termine con l’assegnazione della struttura fortificata nelle mani dell'arcivescovo d'Arborea, cui subentrò nel 1357 Brancaleone Doria, marito di Eleonora D'arborea.
Il giudice d'Arborea, Mariano IV, ambiva a possedere il castello di Chiaramonti, tanto da pretenderlo in dote per le nozze di sua figlia Eleonora con Brancaleone, mentre il re d'Aragona Pietro IV sperava di poter entrarne in possesso con le nozze di un suo fido cortigiano con Violante Doria, sorella di Brancaleone.
A seguito di ripetuti tracolli militari, la famiglia Ligure dei Doria dovette abbandonare la Sardegna e con esso seguì un lento periodo di declino anche per la fortezza, che durò fino all’intervento del Comune di Chiaramonti committente dei primi lavori di restauro.
Dell’originaria costruzione fortificata si conservano i resti di una torre a pianta quadrata realizzata con l’impiego di blocchi squadrati di calcare inserita in una cinta di mura, anticamente utilizzata come residenza da balestrieri e milizie, e nel periodo aragonese trasformata in una chiesa.
Dai ruderi è possibile ricostruire l’originaria conformazione architettonica dell’edificio religioso, con interno ad una sola navata affiancata lungo i lati da otto cappelle, e nell’area absidale contraddistinta da volte a crociera costolonate.
La parte superiore della torre ospita una struttura poligonale che ha tutte le caratteristiche architettoniche del campanile gotico realizzato in conci di calcare bianco.

 
Modifica Pagina
 
 
Aggiungi Allegato
Regioni Italiane
 
 
 

© byITALY.org Tutti i diritti riservati - All rigths reserved - Privacy