Portale Italia
icona_it.gif icona_en.gif
US:  
PW:  
Entra
 
    Sardegna --> Sassari --> Cossoine    
Chiese
Chiesa di Santa Maria di Iscalas
Nuova Pagina
Chiesa di Santa Maria di Iscalas   
------------------------------

La chiesa bizantina di Santa Maria di Iscalas situata a 8 km. dal centro abitato di Cossoine, venne edificata su un altopiano campestre nel lontano VI secolo d.C. , anche se approfonditi studi architettonici ne collocano la costruzione in più periodi, quanti sono i corpi di fabbrica che la compongono.
Il sito su cui insiste apparteneva a una delle famiglie più potenti della Sardegna, facente capo a Don Petru Atzen, i cui sette figli ereditarono tutta la zona di Cossoine.
La chiesa di Santa Maria di Iscalas così chiamata perché collocata al termine di un faticoso sentiero, presenta all’esterno una facciata a capanna in pietra calcarea bianca, delimitata da due ali sporgenti, con al centro un portale gigliato, sovrastato da un rosone, nonché affiancata da un campanile a cuspide impostato su un impianto ottagonale.
L’interno si sviluppa su un impianto a croce libera di tipo bizantino ad una solo navata coperta da una cupola emisferica, da cui dipartono i quattro bracci della croce, coperti da volte a botte, orientati verso i punti cardinali, e contraddistinti nel punto di incrocio da un tiburio coperto da tetto piramidale.
Il braccio collocato in direzione Est accoglie un'abside semicircolare, esternamente caratterizzata identificata dalla presenza di una finestrella a croce, dalla quale entra la luce che irradia l’interno.
Ad un periodo successivo risalgono i lavori di realizzazione ad Ovest di un diverso corpo di fabbrica di forma rettangolare con abside orientato ad Est, la cui facciata principale ospita una monofora strombata a sguanci lisci.
Da ammirare all’interno della chiesa, i resti di dipinti murali risalenti al periodo medievale, uno dei quali raffigura il Battesimo di Cristo.
L'area in cui si erge la splendida chiesa bizantina è nota anche per la presenza di importanti reperti archeologici, tra cui citiamo la necropoli ipogeica di Furrighesos collocabile nel periodo del Neolitico Recente, nonché i resti dell’insediamento nuragico sito in località Santu Pedru, abitato anche in età romana e tardo antica.

 
Modifica Pagina
 
 
Aggiungi Allegato
Regioni Italiane
 
 
 

© byITALY.org Tutti i diritti riservati - All rigths reserved - Privacy